BookCrossing Aleph

Guest


Author Topic: Teorie e altre liriche (poesia)  (Read 87 times)

Francesco Carabelli

  • Amministratore
  • Utente storico
  • *****
  • Posts: 2815
Teorie e altre liriche (poesia)
« on: 19 Febbraio 2020, 21:24:37 »
Teorie e altre liriche è una raccolta di poesie di Peter Russell. Irwin Peter Russell nato a Bristol nel 1921 secondo figlio di George Irwin Russell e di Margery Fortune.
Un fratello Anthony nato nel 1917, morto nel 2001
Dal secondo matrimonio nel 1975 con Lana Sue Long, americana, sono nati tre figli: Kathleen Susan Sophia - Sara Elizabeth Christina – George Peter Parviz .
Ha combattuto nella seconda guerra mondiale per l’esercito britannico. In Europa e, poi per l’esercito indiano in Birmania e in Malesia.
Le sue prime poesie furono pubblicizzate su riviste del 1939, il suo primo libro edito nel 1944 “ Picnic to the Moon “. Ha gestito una libreria londinese, diretto riviste letterarie e tra queste la famosa rivista NINE avanguardia poetica e letteraria tra le più famose del dopoguerra, pubblicato una trentina di libri di poesie, qualche opera di prosa, centinaia di articoli, traduzioni da più lingue, monografie e saggi; ha tenuto conferenze e letture di poesie in più di cento università e in diverse trasmissioni radiofoniche (BBC) in: Inghilterra, USA, Canada, Germania, Jugoslavia, Iran, Italia sempre nella lingua locale.
Nel 1950 ha pubblicato “ An examination of Ezra Pound”, un’antologia di saggi sul grande poeta statunitense che ancora oggi viene usato come libro di testo nel mondo anglosassone. Nel 1964 si trasferisce a Venezia, mentre negli anni 1973-77 è stato poeta residente alla Purdue University ( USA) e alla University of Victoria ( Canada) In seguito dal 1977 al 1979 è stato professore di filosofia occidentale e orientale alla Imperial Academy of Philosophjy di Teheran fino allo scoppio della rivoluzione islamica.
Tornato a Venezia vi è rimasto fino al 1983. Trasferitosi con la famiglia in Toscana ha vissuto a Pian di Scò ( Arezzo) in un vecchio mulino isolato tra due divaricazioni del torrente Reschia dove, un incendio nel marzo 1990 e l’alluvione dell’autunno del 1992 hanno parzialmente distrutto la sua abitazione, devastando gli archivi contenenti tutta la corrispondenza tenuta con i più grandi letterari del secolo scorso, nonché gli appunti di poesie la maggior parte dei libri che ha pubblicato.
Per diversi anni, ad intervalli più o meno regolari, ha prodotto la rivista “ Marginalia” che scritta quasi interamente da lui in forma artigianale è stata finanziata da donazioni spontanee.
Innumerevoli sono i riconoscimenti e le recensioni sui libri da lui editi e sul suo pensiero filosofico che dava motivo di Convegni in varie Università e Licei. Innumerevoli i Premi per la poesie e per le letteratura.
Molti inediti sono stati stampati sulla sua rivista “ Marginalia” ed in importanti riviste letterarie. I suoi splendidi poemi - le sue Elegie ( Quintilius Stultos) – e i suoi amati sonetti sono stati riconosciuti dai migliori recensori della stampa sia italiana che estera come una straordinaria fonte di immaginazione che prende spunto dai classici greci e latini e dalla sua incommensurabile cultura in ogni scibile. Il suoi grandi Maestri guida possiamo riconoscerli nel pensiero di Platone e di Socrate, Omero , Saffo, Virgilio e tra i più recenti poeti da lui molto amati: Dante- Petrarca e colui che ritiene in assoluto il suo maestro : Ezra Pound. Definito come uno dei massimi poeti modernista a livello mondiale, è stato proposto all’inizio del terzo millennio per il Premio Nobel.