Terra Arte e Radici 2016


pozzo

Per quasi tutte le nostre scoperte siamo debitori alle nostre violenze, all’esacerbarsi del nostro squilibrio.

Emil Cioran

Camminare su un costone di roccia come se fosse una pista nel deserto. Immagine che evoca la precarietà, che indica che superare il crinale potrà richiedere tempo, orienta­mento e una buona dose di coraggio.

Sono anni che ci presentiamo all’appuntamento annuale di Terra Arte e Radici con la convinzione che, in tempi diffi­cili, sia necessario portare lo sguardo un po’ più lontano, affi­nare strumenti e metodi per condi­videre progetti e prospet­tive. INSIEME. Lo abbiamo fatto, ci sembra. Oggi però si ha la percezione che, di fronte a un paesaggio tanto insicuro quanto improbabile, equilibri ricercati e sperimentati in passato siano insufficienti, instabili, infecondi. È sempre più pros­sima l’opzione di nuove strategie e nuovi percorsi: sui vecchi sentieri incombe il rischio di frana e quanto mai opportuna è la ricerca di nuove configura­zioni del proce­dere. Pensiamo alla sfida costituita dal fenomeno dei flussi migratori. Con umile audacia ab­biamo chiamato in causa i giovani che, per motivi banal­mente anagrafici, si trovano sul fronte, in prima linea. Abbiamo chiesto loro come vedono il futuro dalla terrazza panoramica di un’Europa che ‘rischia’ di cre­scere o disgregarsi. Hanno risposto in tanti con entusia­smo, ma non con leggerezza.

Abbiamo chiesto ai partner una loro interpretazione del tema. L’hanno offerta con la consueta attenzione ai bam­bini e con proposte che promuovono nelle comu­nità consapevolezza e coesione.

L’amministrazione di Jerago, che ha guidato il Festival per ol­tre un decennio dal suo inizio fino al 2013, lascia la Rete. Entra con vigorosa energia progettuale Somma Lombardo che salutiamo con grande soddisfazione.

Serve pazienza e resilienza per affrontare percorsi aspri. Restiamo in­guaribilmente e squilibratamente ottimisti. Quando si tratta delle comunità.

 

 

Daniela Aliverti, Associazione Culturale Aleph

Andrea Franzioni, Assessore alla Cultura del comune di Cardano al Campo

 

TAR 2016: Squilibri, nuovi equilibri – scarica il programma completo!

 
Locandina 2016